Pubblicata la norma UNI
per impianti gas di ‘alta potenza’

È stata finalmente pubblicata la norma UNI 11528:2014, attesa da oltre 10 anni, che aggiorna la UNI 7129:1972 per la parte relativa alla realizzazione degli impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kW.

La nuova norma fornisce i criteri progettazione, l’installazione e la messa in servizio degli impianti civili extradomestici alimentati a gas – per la climatizzazione di edifici/ambienti, la produzione di acqua calda o la cottura di cibi – asserviti ad apparecchi singoli aventi portata termica > 35 kW, oppure ad apparecchi installati in batteria o in cascata con portata termica complessiva maggiore di 35 kW.

Indica, in particolare, i criteri e le metodologie per:

* il dimensionamento e l’installazione dell’impianto interno gas,
* l’installazione degli apparecchi,
* l’evacuazione dei prodotti della combustione,
* lo scarico delle condense (per apparecchi e/o sistemi fumari funzionanti ad umido).

 

Pubblicata la norma UNI
per impianti gas di ‘alta potenza’

È stata finalmente pubblicata la norma UNI 11528:2014, attesa da oltre 10 anni, che aggiorna la UNI 7129:1972 per la parte relativa alla realizzazione degli impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kW.

La nuova norma fornisce i criteri progettazione, l’installazione e la messa in servizio degli impianti civili extradomestici alimentati a gas – per la climatizzazione di edifici/ambienti, la produzione di acqua calda o la cottura di cibi – asserviti ad apparecchi singoli aventi portata termica > 35 kW, oppure ad apparecchi installati in batteria o in cascata con portata termica complessiva maggiore di 35 kW.

Indica, in particolare, i criteri e le metodologie per:

* il dimensionamento e l’installazione dell’impianto interno gas,
* l’installazione degli apparecchi,
* l’evacuazione dei prodotti della combustione,
* lo scarico delle condense (per apparecchi e/o sistemi fumari funzionanti ad umido).

 

Norma UNI 11528:2014

Il 20 febbraio è stata finalmente pubblicata la UNI 11528:2014, “Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kW. Progettazione, installazione e messa in servizio”; attesa da oltre 10 anni, questa norma aggiorna la UNI 7129:1972 per la parte relativa alla realizzazione degli cosiddetti “impianti gas di alta potenza”.

 

La nuova norma fornisce i criteri progettazione, l’installazione e la messa in servizio degli impianti civili extradomesticialimentati a gas – per la climatizzazione di edifici/ambienti, la produzione di acqua calda o la cottura di cibi (ad esclusione dell’ospitalità professionale, di comunità e ambiti similari) – asserviti ad apparecchi singoli aventi portatatermica maggiore di 35 kW, oppure ad apparecchi installati in batteria o in cascata con portata termica complessiva > 35 kW.

 

 

N.B. Per “IMPIANTO CIVILE EXTRADOMESTICO” s’intende un impianto gas asservito ad almeno un apparecchio avente singola portata termica > 35 kW oppure ad apparecchi in batteria con portata termica complessiva maggiore di 35 kW. L’impianto civile extradomestico NON è asservito a:

  • cicli di lavorazione industriale,
  • funzioni che rientrano nella UNI 8723, riguardante gli impianti a gas per l'ospitalità professionali e di comunità e similare,
  • funzioni domestiche o similari rientranti nello scopo della UNI 7129.

 

Indica, in particolare, i criteri e le metodologie per:

  • il dimensionamento e l’installazione dell’impianto interno gas, 
  • l’installazione degli apparecchi,
  • l’evacuazione dei prodotti della combustione (canali da fumo e condotti, collettori fumi,camini, condotti per intubamento e scarichi diretti all’esterno),
  • lo scarico delle condense (quando necessario),

sottolineando al contempo la necessità di progettare l’impianto interno gas, i sistemi fumari ed anche il sistema di evacuazione delle condense (ove necessario), nonché di rispettare la legislazione vigente in materia di Prevenzione Incendi, in primis il D.M. 12/04/96, soprattutto per quel che riguarda:

  • la scelta dei materiali ed il posizionamento dei componenti utilizzati per la realizzazione dell’impianto interno gas,
  • il posizionamento degli apparecchi e l’aerazione dei locali di installazione,
  • la progettazione, la scelta ed il posizionamento dei sistemi fumari;
  • il posizionamento del sistema di evacuazione delle condense in caso di impianto a GPL.

 

Le NOVITÀ previste dalla norma sono molte, anche perché da decenni mancava una norma completa ed aggiornata; segnaliamo, ad esempio, le indicazioni per:

  • l’utilizzo dei nuovi componenti e/o materiali nell’impianto interno (raccordi a pressare, tubi in PLT-CSST e tubi in multistrato per gas), ove consentito dalla legislazione vigente;
  • l’effettuazione della prova di tenuta dell’impianto interno, da eseguire prima della sua messa in servizio, e delleverifiche periodiche della tenuta (almeno ogni 10 anni, ove non diversamente specificato),
  • la progettazione, la scelta e l’installazione di canali da fumo e condotti, collettori fumi, camini (NON è ammesso l’impiego di canne fumarie collettive, ramificate e non) e condotti per l’intubamento, nonché per il posizionamento di comignoli e terminali a tetto;
  • lo scarico diretto a parete, ove consentito dalla legislazione vigente e nel rispetto delle distanze di sicurezza prescritte, ma SOLO per generatori a condensazione fino a 70 kW;
  • la passivazione delle condense ed il corretto dimensionamento dei relativi sistemi di scarico, necessari in presenza di apparecchi a condensazione e/o sistemi fumari funzionanti ad umido. Al riguardo si segnala che per gli impianti > 200 kW è sempre necessario neutralizzare le condense; per quelli > 35 e fino a 200 kW, invece, vengono riportati appositi criteri di scelta e valutazione.

 

La UNI 11528:2014 sarà oggetto di ulteriori approfondimenti.

 

Login