• Anche nel 2014, grazie alla “Legge di stabilità” (Legge n. 147 del 27/12/13) che ha prorogato le detrazioni fiscali, il risparmio continua!


    Sostituire la caldaia con un modello più efficiente o con una pompa di calore e/o installare il solare termico sono tutti interventi che ti consentono di ridurre i costi della bolletta ed anche di beneficiare di agevolazioni fiscali o incentivi.

    Oggi puoi scegliere, infatti, tra ben tre possibili soluzioni (alternative fra loro)...

     

      

     

  • DETRAZIONE 50% IRPEF per ristrutturazioni edilizie e interventi finalizzati al risparmio energetico in immobili residenziali esistenti

           

VALIDITÀ: a partire dal 3 gennaio 2013.

Il “Conto Energia Termico” di cui al D.M. 28 dicembre 2012 incentiva gli interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, realizzati dai soggetti privati (persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario) e dalla Pubblica Amministrazione in edifici esistenti.

Gli interventi incentivati sono diversificati a seconda dei soggetti beneficiari.

La sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con CALDAIE A CONDENSAZIONE ricade fra gli interventi per sole PA.

Fra gli interventi per PA e soggetti privati, invece, troviamo:

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di POMPE DI CALORE,elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
  • installazione di COLLETTORI SOLARI TERMICI, sia per edifici nuoviche esistenti, anche abbinati a sistemi di solar cooling.

Gli incentivi per le varie tipologie di intervento, calcolati seguendo le indicazioni del D.M. 28/12/12, saranno corrisposti in rate annuali costanti per 2 o 5 anni a seconda dell’intervento.

La modalità di accesso all’incentivo è diversificata; per interventi di piccole dimensioni i PRIVATI adottano l’ACCESSO DIRETTO – ovvero l’inserimento, entro 60 giorni da fine lavori, della “scheda-domanda” sul ‘Portaltermico’ (procedura attivata il 15 luglio 2013) – mentre per grandi impianti occorre prima iscriversi ad appositi Registri periodicamente aperti sul ‘Portaltermico’.

 

DOCUMENTAZIONE SCARICABILE per la  DETRAZIONE 50% 

VADEMECUM 2014 ai principali adempimenti 

DICHIARAZIONE IMMERGASutile per l’ottenimento della detrazione 

GUIDA (ed. OTT 2013) dell'Agenzia Entrate

 

  • DETRAZIONE 65% IRPEF - IRES per le riqualificazioni energetiche degli edifici esistenti

 

VALIDITÀ: fino al 31 dicembre 2014 per singole unità immobiliari/edifici; vale, invece, fino al 30 giugno 2015 per interventi sulle parti comuni o che interessano tutte le unità immobiliari del condominio.

N.B. Nel 2015 la detrazione passerà all’aliquota del 50%; per interventi su parti comuni o che interessano tutte le unità immobiliari del condominio, si potrà beneficiare della detrazione al 50% dal 01/07/15 fino al 30/06/16.

La Detrazione 65% – di cui possono beneficiare sia i privati che le imprese(soggetti IRPEF o IRES) – si applica a specifici interventi, fra i quali ricordiamo:

e contestuale messa a punto / equilibratura del sistema di distribuzione;

Resta confermata la ripartizione in 10 anni della detrazione ed anche l’iter burocratico; i pagamenti delle spese relative all’intervento devono essere effettuati, come sempre, tramite bonifico (bancario o postale), se i richiedenti sono 'persone fisiche'.

 

DOCUMENTAZIONE SCARICABILEper la DETRAZIONE 65% 

VADEMECUM 2014 ai principali adempimenti  

DICHIARAZIONI IMMERGAS utili per l’ottenimento della detrazione

GUIDA (ed. DIC 2013) dell'AgenziaEntrate

 

  • CONTO ENERGIA TERMICO per l’efficienza energetica e l’uso delle fonti rinnovabili negli edifici esistenti 

VALIDITÀ: a partire dal 3 gennaio 2013.

Il “Conto Energia Termico” di cui al D.M. 28 dicembre 2012 incentiva gli interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, realizzati dai soggetti privati (persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario) e dalla Pubblica Amministrazione in edifici esistenti.

Gli interventi incentivati sono diversificati a seconda dei soggetti beneficiari.

La sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con CALDAIE A CONDENSAZIONE ricade fra gli interventi per sole PA.

Fra gli interventi per PA e soggetti privati, invece, troviamo:

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di POMPE DI CALORE,elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
  • installazione di COLLETTORI SOLARI TERMICI, sia per edifici nuoviche esistenti, anche abbinati a sistemi di solar cooling.

Gli incentivi per le varie tipologie di intervento, calcolati seguendo le indicazioni del D.M. 28/12/12, saranno corrisposti in rate annuali costanti per 2 o 5 anni a seconda dell’intervento.

La modalità di accesso all’incentivo è diversificata; per interventi di piccole dimensioni i PRIVATI adottano l’ACCESSO DIRETTO – ovvero l’inserimento, entro 60 giorni da fine lavori, della “scheda-domanda” sul ‘Portaltermico’ (procedura attivata il 15 luglio 2013) – mentre per grandi impianti occorre prima iscriversi ad appositi Registri periodicamente aperti sul ‘Portaltermico’.

 

DOCUMENTAZIONE SCARICABILE per il Conto Energia Termico

VADEMECUM 2014 ai principali adempimenti 

 

DICHIARAZIONI IMMERGASutili per l’ottenimento dell’incentivo

 

REGOLE APPLICATIVE GSE(ed. DIC 2013)

 

 

{edocs}/images/download_articoli/binder2.pdf,550,410{/edocs}

Download

 

Centrale termica solare

Cantiere Santo Spirito impianto Geberit

Login